Prenotando direttamente sul nostro sito otterrete la miglior tariffa e non perderete la caparra in caso di cancellazioni tardive.

Il centro storico

Atmosfera d'altri tempi

La storica contea di Bormio fu un crocevia obbligato per chi voleva raggiungere il Nord ed il Sud dell'Europa. Molte potenze erano interessate a dominare la Magnifica Terra e le sue Honorate Valli e, di conseguenza, le sue vie commerciali: fece gola alla Repubblica di Venezia, al Ducato di Milano, al Vescovo di Como, ai Grigioni, all'Imperatore Tedesco e ai Francesi. Proprio grazie a questa posizione strategica, Bormio riuscì sempre a rimanere autonoma e ricca. Tutto ciò è ancora percepibile nelle robuste torri medievali, nelle chiese ricche di affreschi e arredi lignei, nonché nei palazzi e negli angolini suggestivi e carateristici. Immergetevi nell’atmosfera di quella che fu, per settecento anni, una democrazia nel cuore delle Alpi, in cui la modernità ha fatto solo capolinea lasciando intatti scorci e panorami.

Scopri di più su bormio.eu

 

Tradizione e cultura

Il passato rivive a Bormio

 

La storia secolare di Bormio e dei paesi limitrofi si riflette e conserva nelle numerose tradizioni popolari.

Ricche di superstizione e leggenda, queste tradizioni sono tramandate di padre in figlio e allietano ancora oggi il territorio durante l’arco dell’anno, conservando il folklore, che da sempre le contraddistingue, e diventando occasione di festa sia per gli abitanti che per i turisti.

Anche la cultura contadina di Bormio si manifesta nelle festività religiose, come i Pasquali, e in quelle pagane, come il Carneval di Mat, l'è fora Geneiron e L'è fora l'Ors e la Tana, Gabinat ed il Palio delle Contrade. Rappresentavano infatti nel passato uno sfogo alla dura vita quotidiana di una popolazione legata alla terra, soprattutto alla pastorizia e all’agricoltura, in un ambiente spesso impervio e in un clima sfavorevole.

Maggiori info su bormio.eu

 

 

Il Parco dello Stelvio

Natura selvaggia e paesaggi incantati

Collocato nel cuore delle Alpi Centrali, il Parco Nazionale dello Stelvio è uno dei più vasti parchi storici d'Italia istituito nel 1935 ed è un tipico parco montano d'alta quota nato allo scopo di tutelare la flora (stella alpina, rododendro, abete, rosso, pino cembro, larice, pino mugo, fragoline, lamponi, mirtilli e funghi), la fauna (ungulati, volpi, ermellini, marmotte e le “star” dei cieli alpini: l'aquila e il gipeto) e le bellezze del paesaggio alpino: per circa tre quarti il suo territorio è al di sopra dei 2.000 metri e raggiunge un massimo di 3.905 m sulla cima dell’Ortles.

Con poco meno di 600 km2, quello lombardo è il più vasto dei tre settori del Parco Nazionale dello Stelvio con un importantissimo ruolo di raccordo in una delle più vaste aree protette delle Alpi.

Iniziata nel 1820 e terminata nel 1825 per rendere più agevoli gli scambi con il Tirolo la Strada dello Stelvio SS 38 oggi è meta per sciatori estivi, ciclisti seguendo le vie del Giro d'Italia e alpinisti, motocliclisti, appassionati delle auto d'epoca.

Scopri di più su stelviopark.it

 

AGRITURISMO RINI BORMIO
Via Cavalier Pietro Rini, 2
23032 Bormio SO

T. +39 0342 901224
P.iva: 00820190148
info@rini.it
www.agriturismobormio.it